UrologiaNews.net


News

La Desmopressina efficace nel lungo periodo nell’enuresi notturna

La Desmopressina ha dimostrato, in studi di breve durata, di essere efficace nel trattamento della nocturia, enuresi notturna.

Lo studio ha valutato l’effetto della Desmopressina nel lungo periodo.

I pazienti sono stati trattati per 10-12 mesi con il dosaggio ottimale della Desmopressina ( 0,1, 0,2 o
0,4 mg ) per os al momento di andare a dormire.
I pazienti sono poi stati seguiti per un ulteriore mese senza assumere farmaci.

Il numero medio di evacuazioni notturne si è ridotto ( quasi dimezzato ) nei maschi e nelle femmine nel corso dello studio.
Dopo la cessazione del trattamento il numero di evacuazioni è aumentato.

Dal basale a 12 mesi, la durata media del primo periodo di sonno è gradualmente aumentata sia nei maschi, passando da 157 a 288 minuti, che nelle femmine, da 142 a 310 minuti.

Durante il periodo di follow-up ( osservazione ) la durata media del primo periodo di sonno si è ridotta.

La Desmopressina è risultata ben tollerata con poche sospensioni del trattamento a causa delle reazioni avverse ( 14% maschi, 10% femmine ).

La maggior parte degli effetti indesiderati è risultata lieve ( 44% ), o moderata ( 44% ).

Quattro pazienti maschi hanno sperimentato gravi reazioni avverse: capogiri in uno, scompenso cardiaco, cefalea e vomito in due, dolore toracico ed ipertensione in uno.

Una donna ha presentato 4 gravi reazioni avverse: iponatriemia, cefalea, nausea e vertigini.

Due pazienti hanno presentato iponatriemia clinicamente significativa.( Xagena2004 )


Lose G et al, J Urol 2004; 172: 1021-1025